BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

8 novembre 2011

SHAKMA - Morire per gioco (Aka La scimmia che uccide)

Di Tom Logan. Con Christopher Atkins, Amanda Wyss, Roddy McDowall. USA/1990/Number One Video

Per la sconfinata serie Animali-Killer ecco a voi Shakma, la scimmia che uccide!
Al Politecnico di non si sa bene dove si svolgono controversi studi medici e si effettuano test farmacologici su animali di vario genere. All'ordine del giorno oggi c'è iniezione nel cervello di un babbuino di un fluido che aumenta l'aggressività del soggetto di centomila volte "ma che ogni tanto dovrebbe avere l'effetto contrario" (???!!). Cosa ciò dovrebbe servire alla storia della medicina o perchè scegliere un feroce babbuino invece che una cavia peruviana sdentata per questo esperimento lo lascio decidere a voi. Beh, si, ovviamente il film avrebbe dovuto chiamarsi ''Salsicciotta - la caviotta che uccide" e non avrebbe probabilmente spaventato molti telespettatori, ma a conti fatti neppure Shakma fa' così paura. Primo perchè i babbuini, benchè pericolosi, con il loro culo spelacchiato non fanno paura a nessuno. Secondo perchè Shakma in realtà è grosso più o meno come un cane da appartamento, quindi non fa' paura neanche per essere un babbuino.

Ma torniamo a noi, prima di perdere il filo della trama; già pochi minuti dopo l'operazione si capisce che qualcosa non ha propriamente funzionato e che Shakma è diventata molto più aggressiva, si decie così di abbatterla con una super dose di tranquillanti, e la si lascia in uno stanzino in attesa dell'autopsia. Evidentemente la dose non era sufficiente.

 La sera stessa, i giovani medici universitari, in combutta con il professor Soresen, hanno organizzato una specie di caccia al tesoro a metà con dungeons & dragons dentro l'edificio deserto. E ''nessuno può uscire dall'edificio fino a quando non viene liberata la principessa". Come anni di b-movies ci hanno ormai insegnato, giovani universitari chiusi in un luogo buio + mostro assassino + dividiamoci = massacro epico in cui se va' bene se ne salva uno. Appunto. Nella quasi totale indifferenza dello spettatore i giovani cadono come mosche sotto i morsi dello scimmiotto e saltella sui muri si accanisce contro le porte ed emette il verso più che di una scimmia di un maiale sgozzato. Tutti sono spaventatissimi tranne lo spettatore.

[SPOILER]
Dopo un tot di peripezie (il film procede in maniera assolutamente regolare e prevedibile) l'ultimo supersiste riuscirà ad ingabbiare Shakma nel forno crematorio del politecnico e a darle allegramente fuoco
[FINE SPOILER]

Per la verità il film ha un discreto ritmo, anche se non è proprio al fulmicotone, e in alcune parti è addirittura godibile. Gli effetti speciali sono abbastanza low-budget ma non volendo esagerare si è riuscito a ricreare un effetto tutto sommato gradevole e non eccessivamente pacchiano. La cosa pacchiana è l'idea, perchè la scimmia assassina veramente non fa' paura a nessuno. Ok, abbiamo visto di tutto, tra cui le lumache assassine, le formiche assassine, i vermi assassini, le rane assassine ecc ecc ecc... ma almeno questi animali fanno ''schifo''. E se un animale non fa' nè paura nè schifo almeno lo si rende gigante o fortissimo. No, Shakma è un normalissimo babbuino, anche un po' sottopeso. Se non avete proprio nulla da fare di meglio, come me oggi pomeriggio, potete intraprenderne la visione, ma vi avviso, non aggiungerà nulla al vostro repertorio e non lascerà molto neanche dentro il vostro cuoricino di shit-hound.

Recensito da: Imrahil

VOTI
TRASH: 72/100

Noia: 70/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: 65/100
Presunzione della regia: 43/100
Incompetenza degli attori: 67/100




Se ti piace guarda anche: un documentario sui babbuini, qualsiasi film contenga il nome di un animale 

4 commenti:

  1. Muoio dal ridere.
    Questo mi manca, ma rammento Link e Monkey Shines, e forse è meglio che abbia visto solo questi, ché le scimmie a me piacciono, non me le voglio sognare di notte XD

    RispondiElimina
  2. Non avevamo provato a vederlo già 6mila anni fa?

    RispondiElimina
  3. Si, e ci avevamo rinunciato non ricordo per quale ragione.. forse perchè faceva schifo....

    RispondiElimina
  4. Questo film...(!) l'avevo visto su italia1 molti anni fa (dalle mie ricerche ho scoperto che poteva essere il 1991 o '92) avevo 5 o 6 anni, e mi aveva molto impressionato!

    Naturalmente molti anni dopo il film mi è tornato in mente ma il titolo l'avevo completamente dimenticato (avevo sempre pensato che poteva trattarsi di monkey shines, anche se non ne ero convinto), fino ad ora!! Grazie alla vostra recensione ho riscoperto questo film!! Avevo fatto anche delle ricerche ma non era mai saltato fuori...

    Qualcosa mi dice che a rivederlo adesso mi farebbe ridere, in ogni caso sono contento lo stesso di aver trovato il titolo di questo vecchio film di cui ho vecchi ricordi.

    GRAZIEEEEEEEE!!!!!!!

    RispondiElimina

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani