BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

10 novembre 2011

FROGS


Di George McCowan, con Ray Milland, Sam Elliott, Joan Van Ark, USA 1927

Per la categoria "film che non hanno dignità" signori e signori ecco al mondo "Frogs", eco-horror vigliacco che non si vergognerà di rubarvi 72' minuti della vostra vita senza ritegno alcuno.
In realtà il film potrebbe tranquillamente chiamarsi Snakes, Lizards, Butterflies, Spiders e via dicendo in quanto dei mille e cento rettili proposti nella pellicola le rane sono in assoluto le più pacioccose, inoffensive e tranquille, si limitano ad osservare per tutto il tempo senza tentare offensive di ogni sorta e scroccando un'immeritata parte da protagoniste.
LA TRAMA
Pickett sta facendo foto in una palude infestata da grossi e innoqui ranocchioni quando viene affondato dal motoscafo del playboy nullafacente Clint Crockett e della sorella Karen. Come indennizzo viene invitato ad un picnic organizzato per il compleanno di nonno Jason, gli viene offerta eterna dimora nonchè l'affetto di Karin, lo portano così a casa Crockett, definita inserita in un vero e proprio "paradiso naturale".
Perchè un posto su di un isola in mezzo al nulla infestato da serpenti, ragni, rane, coccodrilli e ogni tipo di rettile esistente al mondo dal 10.000 a.c. ad oggi sia considerato un paradiso terrestre lo ignoro completamente, fatto sta che tutta l'allegra famigliola se la spassa facendo niente, l'attività più faticosa è preparare tartine per il picnic, al resto pensa la servitù. Nel giro di nemmeno troppo poco tempo TUTTI vengono sterminati da qualunque tipo di animale presente sull'isola, NESSUNO da rane o simili, persino tartarughe e farfalle contribuiscono al massacro, i simpatici anfibi salterini no, osservano pigramente emettendo qua e la un debole crac crac.
Il cugino Kenneth cade in un imboscata di veleno tesagli da dei temibilissimi lucertolini verdi, la zia Iris decide di immolarsi alla causa gettandosi in pasto a degli assopiti biscioni, Bella addirittura si fa sopraffare da una tartaruga, altri cadono sgambettati da coccodrilli, altri ostacolati da varani birichini, persino lo scettico nonno Jason è abbattuto dal continuo e incessante gracchiare delle rane [e vorrei vedere voi, disturbati all'infinito da un regista folle e un cast di menomati mentali].
SPOILER
Per finire in modo originale, si salvano solo Pickett e karen, mentre la sequenza finale è troncata di netto in maniera greve e scombinata.

Nè Eco nè Horror il film si propone come una scombinata sequenza di scene di serpenelli e rettili presi da chissà quale zoo, la trama è debolissima, manca persino il patetico messaggio pseudo-ambientalista che il film vorrebbe custodire, la maggior parte delle sequenze sono inutili, se non ripetitive o impalpabili, non si salva niente e il finale mozzo è la degna conclusione di una pellicola pensata male e realizzata peggio.

Recensito da: Ortnid

VOTI
TRASH: 67/100

Noia: 90/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: n.p.
Presunzione della regia: 70/100
Incompetenza degli attori: 73/100


Se ti piace guarda anche: Rats, Bats, Cats, etc etc


Nessun commento:

Posta un commento

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani