BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

19 luglio 2011

MAMMOTH

Di Tim Cox. Con Vincent Ventresca, Constantin Draganescu e Summer Glau. USA-RU/2006/Castel Film Romania.


Dr. Frank Abernathy: Can I be frank with you?
Agent Powers: You are, Frank.
Dr. Frank Abernathy: I know!

Tim Cox su comicità.


Frank è il proprietario di un museo insignificante ed un esperto studioso di mammuth, di cui il museo possiede segretamente un esemplare (non ci è dato sapere perchè una tale attrazione venga tenuta nascosta al pubblico).

Mentre il nostro protagonista si ricorda di essere un pessimo padre e il regista cerca di rendere minimamente interessante il film inserendo gag divertenti (che hanno però l’incredibile capacità di non far ridere), un asteroide alieno telecomandato arriva sulla Terra e colpisce il mammuth-ghiacciolo, risvegliandolo.

Lo scopo dell’asteroide è in realtà infettare il mammuth, rendendolo ghiotto di anime senza che ce ne sia motivo. In soccorso alla cittadina si presenteranno due agenti segreti. Esatto, ho detto due.
Infatti veniamo informati che al reparto “mostri alieni” ci sono stati dei tagli al personale e sarà quindi compito di Frank, accompagnato dall’esilarante (ma anche no) padre e dalla figlia, salvare il mondo dalla terribile minaccia.

[SPOILER]
Il film tira avanti così, con il mammuth che agita la proboscide qua e là alla ricerca di cibo e i protagonisti impegnati in un’eterna fuga, caratterizzata da zero idee e diverse morti, perlopiù inosservate. Quando finalmente le gag riempitive (che ci hanno fatto capire quanto sia simpatico il nonno e altrettanto inutile la figlia) terminano, qualcuno ha un piano: ricongelare il mammuth.

Quindi i nostri eroi si recano in una fonderia con tanto di operai al lavoro, dove nessuno sa chi diamine siano e attirano lì il mostruoso elefante peloso. Cosa diamine centri la fonderia nel piano, ma anche nello sviluppo del film, è un mistero.

Ci penserà il nonno a risolvere la situazione, arrivando a strage di operai fatta (peccato, li avrebbe sicuramente conquistati con la sua simpatia!), e ricongelando il mammuth grazie ad un’autocisterna di azoto liquido, arrivando a sacrificare se stesso a ghiacciolo.
[FINE SPOILER]

Questo film cerca di rimediare alla noia causata dal suo lato “horror” (che non può che essere ridicolo a causa della grafica scrausa usata per realizzare mammuth ed effetti speciali vari) con un lato comico che ha invece del terrificante tanto è idiota.
Non è noioso da morire ma nemmeno lontanamente divertente, tantomeno pauroso o in qualche modo interessante; è fondamentalmente inutile insomma, ma se non avete proprio nient’altro da fare...

Recensito da: Leotorda

VOTI
TRASH: 59/100
Noia: 76/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: 73/100
Presunzione della regia: 58/100
Incompetenza degli attori: 45/100






SE TI PIACE GUARDA ANCHE: l’elica del tuo ventilatore con in sottofondo “Natale in India”.

Nessun commento:

Posta un commento

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani