BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

24 agosto 2010

SCIAME ASSASSINO

Di Paul Andresen  con  Shane Brolly,  Kaarina Aufranc, USA/2003/Eagle Pictures

Ragazzi che palle! Per la centomillesima volta mi trovo a dover recensire un film uomo versus natura, peraltro passato in tempi recenti su Italia 1. Questa volta a differenza di altre il film è densissimo e succedono una marea di cose (chiaramente tutte inutili al fine della trama), è reso per giunta ancora più insopportabile dal doppiaggio che fa parlare tutti i messicani (cioè chiunque in questo film meno i cattivi) in una specie di misto italo-ispanico con battute del tipo "Hola amigos, como andemos in questo dias, hai visto quante vespe, hasta la vista gringo" e ogni altra sorta di parola spagnoleggiante che vi passa per la vostra testa.
Le comparse messicane, appare scontato dirlo, sono tutte grasse, pigre, ignoranti, ubriacone e si chiamano Ramirez o Gonzalez.

LA TRAMA
Lo scienziato pazzo e sanguinario Schröder si reca in Guatemala alla ricerca dello sciame assassino, che dimora nella foresta dai tempi di Cortez, si imbatte in un villaggio Maya (che tecnicamente si sarebbero estinti 1000 anni fa ma nei film americani Maya=Messicani come già ho avuto modo di scrivere in altre recensioni) e si fa dire dove si trova lo sciame, che secondo lui potrebbe in qualche maniera sconfiggere il cancro.
Una volta trovato lo affida ad un trafficante di droga in camion che ha il compito di portarlo in america ma in un improbabilissimo incidente il camion si rovescia e lo sciame viene liberato nei pressi di un villaggio, il conducente viene ricoverato causa perforazione di un polmone (ma nella scena dopo verrà detto che ha preso un colpo in testa) e muore poco dopo, le vespe iniziano a uccidere gente di qua e di la.
Frattanto nel villaggio il sindaco (un burrito panzone, con sigaro in bocca e che possiede qualunque cosa e persona del paese) licenzia "il ragazzo degli insetti" Lang, che aveva il compito di uccidere le zanzare del paese e invece le ha triplicate, non permette inoltre allo sceriffo Ramirez di impedire la festa dei morti che deve tenersi a breve nel paese.
Per non si sa quale motivo Sandra (l'immancabile ragazza impicciona rompicoglioni presente in ogni filmaccio pseudo ambientalista) che indagava sul traffico di droga assieme ad un suo grasso ed inutile amico si trova sulle tracce dello sciame ed entra in combutta col nostro eroe Lang.
I due capiscono che Schröder vuole che lo sciame di vespe attacchi la popolazione nel giorno della festa, non riescono a impedirlo, lo sciame attacca la festa (una roba tipo festa di fine anno della scuola in maschera) facendo tantissime vittime, Sandra viene punta e qui viene svelato il perchè di tutto ciò, Schröder vuole estrarre il DNA della ragazza per farne un potente antidoto e salvare "milioni di persone", Lang e Sandra uccidono tutti i cattivi e dei pipistrelli mangiano tutte le vespe, la natura ha chiuso il suo cerchio.
Commentarlo mi sembra superfluo, vorrei solo ricordare qualche perla, tipo che i nostri eroi si accorgono solo a metà film che le vespe non uccidono ma mandano in coma (e tutte le vittime fatte fino a quel momento che sono state seppellite senza controllare se fossero vive o morte direte voi? Eeehh vabeh), oppure la scena in cui Ramirez e Lang entrano in ospedale e vedono il medico assalito dalle vespe, cosa fanno, dite che lo aiutano? Chiaro che no, lo chiudono dentro e correndo escogitano un piano complicatissimo: una volta usciti Lang sale sulla macchina e si lancia a tutta velocità contro la porta chiusa dell'ospedale saltando giù poco prima dello schianto, nel frattempo Ramirez ha aperto del gas all'interno della struttura, esce e spara al serbatoio della macchina appena dopo che Lang è saltato facendo esplodere l'ospedale, questo piano che forse non sono riuscito a spiegare in tre righe scritte i due se lo spiegano telepaticamente nel giro di 3 secondi.
Avvilente anche il fatto che nel film viene spiegata 18 volte la dizione e il significato della parola ENTOMOLOGO, che al regista deve essere apparso un vocabolo misterioso e ricercato.
Una recensione caotica per un film ancora più caotico.

recensito da: Ortnid

VOTI
TRASH: 61/100
Noia: 70/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: 60/100
Presunzione della regia: 69/100
Incapacità degli attori: 73/100

Nessun commento:

Posta un commento

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani