BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

2 agosto 2010

CURSE OF THE MAYA

Di David Heavener con David Havener, Amanda Baumann, Todd Bridges

"Quello non è un campo di mais...è un campo di mais cosmico!"
Una persona drogata che guarda un comunissimo campo di mais

"Non mi piace questo posto, guarda, ci sono 5 soli viola nel cielo...." "già è vero ma tutto quello che so è che non c'è un posto per pisciare"
Un rozzo contrabbandiere messicano alla sua bella

"Uuuuhm vi piace ciò che vedete grossi e cattivi burrito ?......We left Mexico for this?.....uuuuuuh grossi e cattivi burrito.......what a big mellon!"
La donna del contrabbandiere che nel deserto seduce senza motivo due burritos

Curse of the Maya è Il Film, o meglio è uno di Quei Film che quando li vedi cambiano immediatamente la tua percezione del bello e del brutto.
Cercare una logica è assolutamente impossibile, scoprire che esiste una pagina web del regista che tiene anche dei seminari di regia (vedere per credere) fa comunque capire molte cose, prima fra tutte la aberrante dose di autostima immotivata di Havener.
La cosa allo stesso tempo patetica ed eccezionale del film è proprio l'impegno profuso del regista che non pago di scegliere come locazione un deserto o di usare solo 4 attori evidentemente drogati (uno dei quali è lui) decide di tanto in tanto (di tanto in troppo) di utilizzare un filtro viola davanti alle immagini già sgranate e mosse di loro.
Aggiungeteci qualche scena di nudo a caso per non farsi mancare nulla, una patetica leggenda Maya, delle colonne sonore fuori luogo e scordinate, un neonato che morde una cinese perchè "mi piace il pollo fritto alla cinese" e avrete una parte di questo pseudofilm.
LA TRAMA [SPOILER]
Lo psicologo Michael compra via web una casa in mezzo al deserto del nuovo messico dove decide di portarci la sua paziente-compagna-lustrascarpe Reneè.
Li vicino sorgono delle miniere ove lavorano un burbero minatore (Havener) e un altra persona visibilmente handicappata.
Reneè ha delle visioni e scopre che nella casa è stato commesso un atroce delitto di una famiglia messicana maya (presumo che per un americano maya e messicano siano due termini sinonimi).
Gli zombies ovviamente si svegliano e cercano di ucciderli, riescono a far fuori Michael, Reneè viene salvata da Havener(perdonatemi il nome non me lo ricordo) ma entrambi sono braccati in un capanno degli attrezzi.
Senza motivo compaiono dei buffissimi contrabbandieri messicani che diventano ben presto carne da macello, nel contempo Reneè si rende conto che il responsabile del massacro della famiglia Maya è proprio Havener.
Ovviamente Reneè conosce a menadito le leggende Maya e riesce a ricacciare gli zombies nella tomba, resta fuori solo un bimbo in fasce che mangia Havener.
Finale con Reneè che sposa il minatore storpio e col piccolo maya che si mangia un assistente sociale che vuole far sloggiare l'allegra famigliola.
[FINE SPOILER]
Sappiate che il film è imperdibile per chi vuole avere una conoscenza approfondita dei film di serie Z in quanto fa parte di quella branca di filmografia impegnata dove il regista vuole trasmettere le sue turbe psichiche sullo schermo, se vi chiedete se David ci credeva davvero mentre lo girava, beh la risposta è si.
E c'è pure qualche coglione che guarda i suoi film.....

Recensito da:  Ortnid
Voti
TRASH: 95/100
Noia: 60/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: 70/100
Presunzione della regia: 99/100
Incompetenza degli attori: 88/100

SE TI PIACE GUARDA ANCHE: Il numero di telefono di un buon dottore sulle pagine gialle

Nessun commento:

Posta un commento

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani