BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

25 luglio 2010

MEGA SHARK (aka Mega Shark vs. Giant Octopus)

Di Jack Perez, con Deborah Gibson, Lorenzo Lamas, Vic Chao. USA/2009/ASYLUM

“Mega Shark” è il classico filmaccio made in Asylum.

Produzione da quattro soldi, attori cani, effetti speciali di merda, noia a profusione, dialoghi imbecilli e una storia idiota.

E siccome i capoccia dell'Asylum sono una inesauribile fonte di idee originali, in un fulminante colpo di genio decidono di far lottare una megasqualo preistorico (cioè, il Megalodon, già visto in un'ottantina di film) contro un calamaro gigante (...).

La storiella di contorno riguarda una scienziata bionda (l'imbarazzante Deborah Gibson, ex meteora della musica anni '80, ma che -attenzione!- sta già girando l'imperdibile Mega Python vs. Gatoroid), uno scienziato vecchio e uno scienziato giapponese.

Ovviamente i tre protagonisti sono gli unici a capire tutto con mesi di anticipo, ovviamente spetterà a loro risolvere tutta la situazione e ovviamente la bionda se la fa col muso giallo.
In questo contesto si insinua Lorenzo Lamas, annunciato come la star del fim.
E quando Lorenzo Lamas è la star di un film c'è veramente qualcosa che non va. L'ex “Renegade” è il classico generale/comandante/capo dei militari (che però se ne va in giro in giacca e dolcevita e soffre mal di mare) ottuso e cattivo, che manda a morire i suoi soldati e che vuole uccidere i due mostroni, infischiandosene dell'interesse scientifico.

In questo oceano di banalità e avvilente prevedibilità (visto che siamo in tema marittimo), il film si salva grazie ad una manciata di perle dovuta alla classica povertà di mezzi e sciatteria che contraddistingue ogni film Asylum.

Indimenticabile la scena in cui lo squalone SALTA FUORI DALL'ACQUA E AFFERRA UN AEREO IN VOLO. Giuro. Davvero, un concorde in CGI che viaggia sul mare...e quello salta e lo se lo magna così... grande Asylum.
Ottime anche le sequenze in cui lo squalone si mangia il Golden Gate e il piovrone abbatte con un colpo di tentacolo un jet in volo che sta cercando di fotografarlo (!).

Purtroppo il “Giant Octopus” soffre di ostracismo e ce lo fanno vedere ben poco, confinato com'è sulle coste giapponesi, quindi ci dobbiamo limitare ad immaginare ciò che ci racconta lo scienziato del Sol Levante.

Interessanti pure gli interni dei sottomarini -giapponesi o americani sono identici- che sono un misto tra un serie di lavatrici, sportelli bancomat e armadietti da liceo yankee.

SPOILER
Il tanto atteso scontro finale fra le due creature è chiaramente una mezza boiata, con le stesse sequenze ripetute una ventina di volte e con la ovvia morte contemporanea di entrambi.
FINE SPOILER

In conclusione “Mega Shark” è un filmetto senza pretese, che nel complesso si lascia abbastanza vedere, anche se certo non mancano momenti di noia totale.
Tuttavia le scene menzionate poc'anzi possono meritare la visione di ogni “shit-hunter” che si rispetti.

Recensito da: Vidur

VOTI
TRASH: 70/100
Noia: 62/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: 90/100
Presunzione della regia: 30/100
Incapacità degli attori: 75/100



SE TI PIACE GUARDA ANCHE: Megalodon e tutti gli altri film di merda con uno squalo gigante che ho visto e rimosso all'istante

5 commenti:

  1. ciao vidur volevo dirti che le tue recensioni in genere mi piacciono molto ma questa volta hai fatto proprio un buco nell'acqua. megashark merita secondo me almeno un 85. gli effetti speciali sono all'altezza, il finale è coraggiosamente lasciato aperto e lorenzo lamas si prodiga in una delle sue migliori interpretazioni.
    senza offesa eh...

    RispondiElimina
  2. Caro Anonimo, purtroppo i miei amici si son visti questa pellicola senza di me (buh!) quindi non posso offrire un giudizio oggettivo, ma conoscendo Vidur posso dirti che è uno abbastanza stretto di manica in generale ;). poi vabè, queste valutazioni sono assolutamente soggettive non ci consultiamo tra di noi per decidere i voti, sono tutti assolutamente personali (anche perchè se no essendo in 4 ci scanneremmo fino alla morte e ci metteremmo 200 anni a fare qualsiasi cosa). Possono esserci valutazioni anche molto diverse e comunque ognuno alla fine la pensa come vuole :). Ti ringraziamo moltissimo per il tuo intervento, festeggeremo con una birra in tuo onore visto che se la prima (e forse unica?) persona che ci caga XD

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao, nessuna offesa figurati, anzi mi fa piacere che le mie recensioni diventino oggetto di dibattito.
    Come diceva giustamente Imrahil si tratta digiudizi personali, per quanto più oggettivi possibil.
    Vorrei però capire da te cosa intendi con "effetti speciali" all'altezza...e "il finale coraggiosamente lasciato aperto" non c'è in ogni film di questo genere?

    Ciao, continua a seguirci

    RispondiElimina
  4. chiaro. il giudizio di chi fa recensioni è unico e insindacabile. e io lo accetto ma mi permetto - per amor di discussione - di diri cosA penso e di portare motivazioni.
    andiamo con ordine.
    con "effetti speciali" all'altezza intendo porcherie. esattamente il contrario di quello che dovrebbe essere un effetto speciale. per intenderci... nella ridicolaggine degli effetti speciali avrei dato un 100.
    sul finale hai ragione, considerando poi che stiam parlando di un film asylum (tra l'altro vi suggerisco 2012:doomsday già che siamo in tema)ma non è tanto quello il punto...
    è che un film con lorenzo lamas merita un a mio avviso un altro voto rispetto al 75 che hai dato te...

    complimenti per il sito comunque

    RispondiElimina
  5. ciao vidur sono sempre io.
    sono stanco di queste barriere che ci separano, è giunta l'ora che io tolga la maschera e abbatta questo muro di dubbi che separa me e voi altri del forum...

    forse ti ricorderai di me per alcuni film come "johnny mnemonic ci prova di nuovo" o "le scarpe rotte", capolavoro del suprematismo russo e pura avanguardia portata nel cinema...
    o forse ti ricorderai di me per questo film
    http://trovacinema.repubblica.it/multimedia/curiosita/boom-sul-web-per-il-film-pi-brutto/25928607/1/1?ref=HRESS-7

    o, più probabilmente, ti ricorderai di me per quella volta che giocammo a indovinare i film sul pullman da stansted a liverpool street.
    ebbene sì...
    sono io...
    il peggiore dei tuoi incubi...

    RispondiElimina

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani