BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

28 luglio 2010

LA CASA 3 (aka Ghosthouse)

Di Humphrey Humbert (Umberto Lenzi) con Lara Wendel e Greg Scott

Paul, un nullafacente radioamatore con la passione dei computers (si pronunci bene computerS ), capta una richiesta di aiuto e una musichetta fastidiosissima col suo potente Kenwood anni 70'.
Immediatamente capisce che si tratta di una disperata richiesta di aiuto e che da qualche parte è avvenuto un misterioso omicidio.
Decide quindi con la compagna Martha di scoprire la fonte del segnale tramite logaritmi e il suo potente computers (si si anche al singolare) e di andare in cerca del luogo che trova prontamente grazie anche alla sua antenna capta segnale fatta in casa.
Trovano una casa abbandonata dove venti anni prima era stata sterminata la famiglia Becker e dove al loro arrivo trovano una compagnia di altri fannulloni in camper anchessi radioamatori.
Inizia la carneficina da parte della casa, di tanto in tanto appare una bambina con un pupazzo parecchio inquietante, qualche scena ridicola, qualche riempitivo, alcune scene sono ripetute.
La tattica del gruppo è quella di dividersi ed entrare a turno in una stanza buia non armati, tattica che, come da ogni buon film horror che non si rispetti, risulta assolutamente cretina.
SPOILER
Paul scopre che il signor Becker lavorava alle pompe funebri e aveva l'abitudine di alleggerire i corpi da cremare di monili o oggetti preziosi. Tra questi anche un pupazzo che aveva poi regalato alla figlia, da qui il mancato rispetto dei morti aveva causato l'ira divina assassina e vendicativa.
Paul decide, così senza una ragione precisa nè un movente, di dar fuoco alla tomba della bambina facendo così svanire nel nulla (con un effetto speciale davvero risibile) fantasmi e assassini dalla casa.
Naturalmente qualche tempo dopo Martha vede il pupazzo in una vetrina e mezzo secondo dopo Paul viene investito da un autobus. Qui termina il film.
Il film in realtà è fatto abbastanza bene, a parte la follia della trama senza senso, ha effetti horror più che decenti, la recitazione è scadente, pessima a tratti. E' un film schifosamente anni 80', con acconciature e capi d'abbigliamento tipici del periodo, la celebrazione ostentata della tecnologia Kenwood e l'utilizzo compulsivo del verbo spengere fanno sorridere se rapportate a oggi.

Recensito da: Ortnid

VOTI
TRASH: 65/100
Noia: 45/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: 68/100
Presunzione della regia: 72/100
Incapacità degli attori: 86/100

 

1 commento:

  1. Peccato, purtroppo il video non è più disponibile. Il tutto mi avrebbe guardato come una volta.

    RispondiElimina

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani