BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

14 luglio 2010

APOCALISSE A FROGTOWN (aka Hell Comes To Frogtown)


Di Donald G. Jackson e R.J. Kizer, con Roddy Piper, Sandahl Bergman, Cec Verrel. USA/1988

L'ex wrestler Roddy Piper (Sam “Hell” nel film) nel solito scenario post-apocalittico, è uno dei pochi uomini fertili rimasti sulla terra. Viene quindi assoldato dalla “Medtech” per andare a Frogtown e liberare, e dunque ingravidare, un nugolo di ragazze rapite dagli uomini-rana, frutto di mutazioni scaturite dalla guerra nucleare. Peccato che al buon Roddy abbiano anche installato alle parti basse un congegno pronto a esplodere qualora qualcuno tentasse di toglierlo e telecomandato a distanza, tramite orecchino, dalla soldatessa cazzuta, ma sotto sotto vogliosa, di turno.

Come si può facilmente intuire dal titolo e dalla trama, il film non si prende affatto sul serio. Lo stesso protagonista recita con un ironico sorrisetto stampato in faccia per tutto il tempo e anche lo sviluppo stesso della sceneggiatura, lascia suggerire come l'intera pellicola sia realizzata con il solo scopo di intrattenere e divertire.
E bisogna dire che ci riesce. Nonostante la stupidità di fondo, questo “Apocalisse...” scorre che è un piacere, è divertente, ben fatto e raramente noioso.
I costumi degli uomini-batrace sono davvero ben realizzati e credibili, nulla di stupefacente per carità, ma il risultato è comunque ottimo. Il finale è tirato un po' troppo per le lunghe e sopraggiunge ogni tanto qualche momento di stallo, ma il ritmo è sempre abbastanza sostenuto e i registi si fanno perdonare anche queste piccole cadute.

Da menzionare la scena della danza dei “Tre serpenti”, dove Sandahl Bergman si esibisce in un provocante ballo atto a eccitare il re rana, che sotto le vesti e in mezzo alle gambe nasconde...provate un pò a indovinare!

Capolavoro del trash no, buona cialtronata da guardare in allegria con gli amici sì.


Recensito da: Vidur

VOTI
TRASH: 71/100
Noia: 46/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: 30/100
Presunzione della regia: 45/100
Incompetenza degli attori: 51/100





SE TI PIACE GUARDA ANCHE: i Muppets, film post-apocalisse



Nessun commento:

Posta un commento

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani