BENVENUTI!


Ben arrivati nel nostro blog! Siamo cinque ragazzi con la passione ormai da anni per i b-movies, abbiamo deciso di cimentarci in questo progetto principalmente per nostro personale diletto, ma speriamo anche di essere utili con le nostre recensioni a qualche amante del trash di passaggio.

Saluti.

21 giugno 2010

OCTAMAN

Di Harry Essex, con Pier Angeli, Kerwin Mathews e Jeff Morrows. 
USA/1971/Enterprises Inc.


Alzatevi in piedi.
Bene, adesso allargate le braccia.
Ora agitatele piano su e giù, possibilmente in maniera sgraziata, dondolate il bacino nel frattempo.
Ottimo, adesso siete in grado di impersonificare Octaman.
Vi manca solo di avere 6 braccia al posto di due (come? Octaman dite che ha 8 braccia? Ma perchè mai?) ,di avere una cerniera sulla schiena e di guardare attraverso un caleidoscopio, ma emotivamente voi siete Octaman.
La trama è di una banalità scontata, quello che a prima vista appare un polpo in un secchio si trasforma in un terribile mostro da palude che terrorizza la solita comitiva di ricercatori ecologisti ignoranti che fanno ricerche sulle polluzioni radioattive di un lago.
Da questa sorta di polpo con gli occhi nasce Octaman che a colpi di schiaffi (si si schiaffi) abbatte tutta la comitiva, chi non è abbattuto dagli schiaffi si fa avvolgere e si auto schiaffeggia a morte, chi ancora è in piedi soccombe per la lentezza e la pedanteria di Octaman.
[SPOILER]
Memorabile la maniera con cui Octaman viene sconfitto, cioè girandoci intorno e facendo un cerchio di fuoco larghissimo che non spaventerebbe nessuno, Octaman alla fine barcolla e se ne ritorna nel lago.
[FINE SPOILER]
Il film è oggettivamente perdibilissimo, le grandi premesse sono disattese dalla mancanza del goffo soggetto principale in molte scene, la scarsa reperibilità del film ci ha peraltro costretto a vederlo in lingua originale il che limita molto la comicità del film (anche perchè avrebbe sicuramente avuto una traduzione grezza e superficiale).
Il punto di forza resta senza dubbio il costume di Octaman, che oltre alle sopracitate caratteristiche presenta una rigidità e una macchinosità dei movimenti che pochi altri mostri gommosi hanno, è inoltre interpretato visibilmente da un uomo ubriaco che ai propri piedi ha due stivali.
Per fortuna nonostante sia uscito 40 anni fa nessuno ha mai pensato ad un sequel.

Recensito da: Ortnid

Voti
Trash: 67/100
Noia: 85/100
Ridicolaggine degli effetti speciali: 91/100
Presunzione della regia: 75/100
Incompetenza degli attori: 65/100





SE TI PIACE GUARDA ANCHE
Un film di Ed Wood

Nessun commento:

Posta un commento

LEGENDA - per capire meglio le nostre recensioni e le nostre votazioni

Questo blog tratta esclusivamente film di infimo livello, per cui i nostri criteri di giudizio sono totalmente differenti da quelli che potreste trovare in un qualsiasi sito di recensioni cinematografiche; nello specifico noi qui a Pellicole dall'Abisso teniamo conto di 5 fattori ed abbiamo deciso di esprimere il voto in centesimi per consentire maggiori sfumature;

1) VOTO TRASH: è il più importante ed è un voto generale; se volete semplicemente sapere quanto sia ''patetico'' o involontariamente comico un film fate riferimento a questo dato.

2) VOTO NOIA: abbiamo scoperto nella nostra esperienza che la noia è un elemento ricorrente (ed estremamente fastidioso) di questo genere di film. Più è alto il valore più bisogna avere le palle di ferro per poterlo sostenere

3) RIDICOLAGGINE DEGLI EFFETTI SPECIALI: non credo servano particolari spiegazioni.

4) PRESUNZIONE DELLA REGIA: In molti casi i registi sono ben consci di star girando una puttanata clamorosa, e quinidi tendono a prendersi in giro da soli.. ma ci sono altri registi che invece sono fermamente convinti che il loro film sia una specie di capolavoro visionario low-budget, e spesso sono proprio questi i più grandi capolavori del trash. più è alto il valore più il film ''se la crede''.

5) INCOMPETENZA DEGLI ATTORI: inutile dare un voto alle abilità degli attori in questo genere di film, abbiamo ritenuto più funzionale dare una valutazione di quanto gli attori siano cani